Commissioni - Comune di Marcheno

Commissioni - Comune di Marcheno

Il Consiglio comunale per svolgere il suo operato si avvale delle seguenti commissioni permanenti, previste dal proprio Regolamento sul funzionamento e l'organizzazione - Capo III.

Le commissioni sono così composte:

COMMISSIONE CONSILIARE ATTIVITÀ ECONOMICHE

DELIBERAZIONE C.C.  DEL 11/07/2014

 

 

SIGNOR

MARIO

CRESCINI

MAGGIORANZA

SIGNOR

LUCA UMBERTO

FAUSTI

MAGGIORANZA

SIGNORA

JESSICA

ZUBANI

MAGGIORANZA

SIGNORA

ELENA

MEDAGLIA

MINORANZA

SIGNOR

SANDRO

SAVELLI

MINORANZA

 

COMMISSIONE CONSILIARE SERVIZI AL TERRITORIO

DELIBERAZIONE C.C.  DEL 11/07/2014

 

 

SIGNOR

MARIO

CRESCINI

MAGGIORANZA

SIGNOR

EZIO

POLI

MAGGIORANZA

SIGNOR

GIOVANNI

RINALDIN

MAGGIORANZA

SIGNORA

ELENA

MEDAGLIA

MINORANZA

SIGNORA

ELISA

RIZZINELLI

MINORANZA

 

COMMISSIONE CONSILIARE SERVIZI ALLA PERSONA

DELIBERAZIONE C.C.  DEL 11/07/2014

 

 

SIGNORA

MARTA

CONTESSA

MAGGIORANZA

SIGNOR

EZIO

POLI

MAGGIORANZA

SIGNORA

JESSICA

ZUBANI

MAGGIORANZA

SIGNORA

ELISA

RIZZINELLI

MINORANZA

SIGNOR

SANDRO

SAVELLI

MINORANZA

 

 

Le Commissioni consiliari permanenti
Si tratta di articolazioni interne al Consiglio, "costituite nel suo seno" con "criterio proporzionale", cioè in modo da rispecchiare la presenza delle forze politiche nell'organo assembleare.
Esse si occupano di tutte quelle attività di studio ed approfondimento atte a consentire il migliore esercizio delle funzioni consiliari.
Conferenza dei capigruppo
Da sempre, all'interno del Consiglio comunale, i gruppi politici in esso rappresentati hanno individuato un soggetto di riferimento il quale, durante le sedute del Consiglio aveva il compito di "guidare", orientare gli eletti nella propria formazione politica verso quelli che erano le posizioni ufficiali dei partiti e gli obiettivi che gli stessi si erano dati o che, in quel particolare contesto, assumevano carattere strategico o tattico.
La figura del "capogruppo" era, pertanto, riconosciuta sotto il profilo esclusivamente politico, questa è stata istituzionalizzata solo a partire dal 1990, con l'art. 45 della L. 8 giugno 1990, n. 142.
Il riconoscimento giuridico della guida politica dei gruppi presenti in Consiglio ha avuto verso questi, al di là delle attribuzioni espressamente riconosciutegli dalla legge, effetti immediati e diretti sulle norme regolamentari e statutarie degli enti i quali hanno, in linea di principio, arricchito di competenze il "capogruppo", il quale si esprime in sede di riunione di tutti i capigruppo, sotto la presidenza del "Presidente del Consiglio", per decidere, in linea di massima, sull'"Ordine dei lavori" da seguire durante la sedute del Consiglio comunale e sulle proposte di trattazione di argomenti.

 

 

Risultato (15747 valutazioni)